Home I geni delle ipercolesterolemie

I geni delle ipercolesterolemie

Aspetti genetici di dislipidemie congenite correlate con patologie cardiovascolari

Silvana Simi e Marcella Simili

 

Il principale motivo di interesse clinico per il colesterolo HDL (High Density Lipoprotein , col-HDL) deriva dalla associazione fra i suoi bassi livelli plasmatici ed un aumentato rischio di patologie coronariche.

I primi dati risalgono agli anni '50 ma furono poco considerati, forse perché HDL-col è normalmente un costituente minore del colesterolo plasmatico totale. Nuovi studi condotti durante gli anni '70 in Norvegia, USA, ed Israele enfatizzarono questa correlazione e vi focalizzarono l'attenzione. Da allora molti studi sono stati compiuti ed hanno verificato la correlazione inversa tra livelli di HDL-col e la incidenza di patologie cardiovascolari nelle società occidentali, sebbene la forza della associazione sia diversa nei diversi studi e si indebolisca dopo l' aggiustamento per altri fattori di rischio coronarico (de Backer et al 1998).

Il metabolismo delle lipoproteine HDL è estremamente complesso ed è determinato dalla loro interazione con altre lipoproteine, con le lipoproteine del trasporto e del metabolismo e con le membrane cellulari di vari tessuti. Sono soprattutto queste interazioni che determinano il livello di col-HDL e la grandezza e densità delle particelle HDL.

 

LEGGI TUTTO >>

Ultimo aggiornamento ( Martedì 16 Novembre 2010 11:28 )